Bertoldo il fumetto, fa ridere? SI!

FESTINA LENTE EDIZIONI E IL NUOVO FUMETTO UMORISTICO di Bertoldo.

COMUNICATO STAMPA

Festina Lente Edizioni presenta “Le nuove sottilissime astuzie di Bertoldo” e altre piacevoli storie in questo periodo di prima estate. Prepara il borsone per la gita fuori casa con letture spensierate che facciano “semplicemente ridere”. La scelta tra le proposte di fumetto umoristico della casa editrice è davvero vasta; ma con Bertoldo e il suo fumetto ritorniamo indietro nel tempo.

GLI INIZI DEL FUMETTO BERTOLDO.

Era l’inizio degli anni Settanta quando nell’edizione del Messaggero di Sant’Antonio, dedicata ai connazionali emigrati all’estero, compaiono le prime storie a fumetti Bertoldo di Pinù.

L’AUTORE DI BERTOLDO.

L’autore è Giuseppe Intini alias Pinù, impiegato per oltre 30 anni come grafico, impaginatore, illustratore e fumettista al Messaggero dei Ragazzi. Difatti ha realizzato nel corso della sua lunga carriera professionale numerose storie a fumetti sia di taglio umoristico sia realistiche e moltissime illustrazioni, collaborando con varie case editrici librarie e numerose testate italiane ed estere tra cui Tiramolla, Più, Prezzemolo, Sonny, Milizia mariana, Il santo dei miracoli.

In realtà Bertoldo è l’incarnazione dell’uomo semplice e rozzo, ma dall’intelligenza non comune, alle prese col potere e la spesso amara realtà di tutti i giorni. Tuttavia il Bertoldo di Pinù, pur prendendo le mosse dal personaggio creato da Giulio Cesare Croce nel ’600, si muove in autonomia con storie proprie che sono il pretesto per Pinù, giocando con ironia su elementi di voluto anacronismo, per satireggiare il presente (di allora), una realtà colta con un sorriso bonario ma caustico che non è poi cambiata di molto rispetto a oggi. Ecco allora, a sottolineare l’acume con cui Pinù guardava la realtà, che nelle storie di Bertoldo si parla di equità fiscale, ecologia, mafia, crisi energetica, servizi segreti deviati, burocrazia, organizzazione scolastica e perfino di pandemia. 

LA SATIRA NEL FUMETTO.

La satira non passa di moda e nella sua lettura ritroviamo occasione di confrontarla con un contesto socio-culturale contemporaneo.

Insomma, vera e propria satira, seguendo con capacità e inventiva la logica dei più livelli di lettura, ovvero di storie che possono così divertire e interessare, secondo i loro rispettivi punti di vista e di comprensione, sia grandi che piccini. 

Completano il volume le divertenti avventure di due altri per- sonaggi creati da Pinù: Ottavio da Castellana e Riccio Flint

Ora siamo pronti per conoscere nuove storie, nuovi personaggi che pur essendo considerati dei classici oggi sono controcorrente. Un sorriso nato da un fumetto è un’esperienza che ci rinnova.

Grazie della condivisione: