Tag: fumetti da leggere

TERRONI COMIX. MOLTO PIÙ DI UN FESTIVAL.

Il sogno di Marco Lepore e Alessandro Guida diventa realtà. L’8 e il 9 ottobre a Troia. “Non siamo solo Puglia, non siamo solo Gargano, siamo molto di più”. Questa la frase con la quale uno dei fautori di questo grande sogno, Marco Lepore, esordisce durante la presentazione dell’evento, insieme al giovanissimo destro nonché fumettista Alessandro Guida. Eh già! Perché Terroni Comix non è soltanto un festival itinerante, è molto di più. E’ lo sdoganamento delle concezioni antiche e consuetudinarie, il ribaltamento dei pensieri tradizionali che conservano la tradizione stessa, ma questa volta guardano al futuro. Il terrone diventa cittadino del mondo. Terroni Comix tutti noi lo conosciamo con la bellissima immagine di un asinello (segno della terra e del meridione) con in sella un bambino vestito da Batman che impugna una matita, e sullo sfondo i colori caldi di un campo di grano, opera del grande maestro Mssimiliano Frezzato. Un festival che vedrà la sua prima edizione e realizzazione l’8 e il 9 ottobre nella fantastica cornice del Borgo di Troia. Grandi nomi e tanto spessore vedremo alternarsi in queste due giornate, artisti provenienti da ogni angolo di Italia. Giuseppe Guida, Angela Vocale, Marco Chiuchiarelli, Fabrizio Fiorentino, Alessio Fortunato, Giuseppe Sansone, Simone Prisco, Stefano Piccoli, Vittorio Fidanza, Laura Marchetti, Vincenzo Costantino Cinaski, Andrea Leccese, i Rione Junno ci accompagneranno in questo bellissimo sogno. Il fumetto diventa contenitore delle forme di arte più disparate. Perché Terroni Comix è molto più di un festival: promuove l’arte come linguaggio universale che unisce i popoli e trascende le differenze. Terroni Comix non è soltanto il sogno di una persona, ma la realtà a cui tutti vorrebbero appartenere da tempo. Una provocazione che spinge chiunque a fermarsi e a guardare oltre. Come? Questo lo scopriremo l’8 e il 9 ottobre. Proprio a Troia. Insieme. E chissà! Magari aspetteremo impazienti la seconda edizione. (Terry Marcantonio)

Grazie della condivisione: