Contest fumetti 2020

Coast to Comix: contest da non perdere

Il contest dei fumetti DA PORTONUOVO A ORBETELLO

L’originalità del contest fumetti Coast to Comix è il tema: “CAMMINARE – gli spostamenti total green, le vacanze a piedi. Con un occhio particolare al percorso Coast to Coast dal Mare Adriatico al Mar Tirreno PORTONOVO – ORBETELLO”

 

Grazie per il tuo interesse nel magazine, allora perché non scoprire i Fumetti N O  L I M I T S ! Leggi di più.

 

 

Davvero poetico per chi conosce la bellezza della natura dell’Italia centrale, effettivamente nei fumetti si possono raccontare i paesaggi, i volti e le tradizioni che si incontrerebbero in una lunga camminata da Portonuovo a Orbetello.

Giorgio Giunta, fumettista e vignettista popolare tra i social media, ha accettato volentieri un’intervista per saperne di più sul contest fumetti in attivo.

1- Raccontami la storia di Coast To Comix: da cosa è nato e dove vuole arrivare.

COAST TO COMIX è nato dalla mia vacanza estiva 2019 nella quale ho deciso con un amico di fare il cammino che partendo da Portonovo sul Conero/adriatico, arriva a Orbetello sulla sponda tirrenica opposta. Qui ho conosciuto un sacco di gente simpatica e attraversato paesi duramente colpiti dal terremoto come Camerino. Una zona bellissima che merita di essere conosciuta e attraversata con calma scoprendola poco a poco. E cos’ in collaborazione con la proloco di Appignano abbiamo organizzato questo concorso di vignette per presentare questi luoghi, questo percorso e tutte le bellezze paesaggistiche ed enogastronomiche. Lo abbiamo organizzato internazionale in previsione della guida in inglese che sta per uscire in libreria in questi giorni (covid permettendo). Le vignette diventeranno le indicazioni kilometriche del cammino disseminate lungo il percorso in una specie di mostra itinerante lunga più di 400 km.

2 – Visibilità e opportunità: quanto conta oggi ai tempi di internet per il fumettista partecipare a premi/concorsi?

Beh io ho ricominciato a fare fumetti e vignette proprio dai concorsi, è un modo per confrontarsi con gli altri autori, conoscerli, scambiarsi opinioni e numeri di editori, fare rete. Poi io trovo stimolante disegnare con un tema preciso ce n’è per tutti i gusti ho addirittura partecipato ad un concorso che aveva come tema il Rabarbaro e vi assicuro che trovare battute su quell’argomento non è stato per niente facile (infatti non ho vinto).

3 – Come avete scelto il tema del premio, la località e la modalità dell’assegnazioni?

Il tema è venuto da se, la proloco di Appignano che ha sponsorizzato il tutto ci teneva a pubblicizzare la zona e il percorso e cosi’…

4 – Hai qualche aneddoto da raccontarci in merito alle selezioni?

Sta arrivando di tutto e fortunatamente non sarò io a selezionare/scegliere ma una giuria del luogo composto tra l’altro da affermati artisti e vignettisti, c”e da dire che molte vignette hanno inserito il Coronavirus nel tema cosa che non avevamo previsto, ma credo sia stato inevitabile. Se vuoi conoscere la giuria di esperti leggi il bando del regolamento 2020.

5 – Come la spiegheresti la crisi dell’editoria italiana in merito ai fumetti?

Bambini ed adolescenti non leggono più su carta sono abituati al movimento e preferiscono stimoli passivi come i video ai fumetti dove invece di leggere devi guardare ed analizzare. La scuola non incentiva i genitori che sono troppo impegnati con il lavoro e siamo quindi rimasti solo noi nostalgici 40/50 enni a tenere in piedi il poco rimasto, tanto è vero che il fumetto più venduto continua ad essere TEX che i ragazzini nemmeno sanno cos’è. Uniche eccezioni sono Zerocalcare (che guarda caso è nato sul web) e Sio che è l’unico ad aver capito come fondere fumetto e velocità di fruizione tipica di internet. Il problema è che noi colleghi invece di studiarlo a fondo lo snobbiamo con la puzzetta sotto il naso, la vedo grigia…

Difatti concordo con l’ultima osservazione di Giorgio Giunta: credo anch’io, da quando ho cominciato a scrivere di fumetti online, che la modalità di lettura sia cambiata e non porterà ad una rinascita editoriale se freniamo i nuovi canali. Ne parlavo giusto qualche articolo fa in Perché leggere fumetti online? dedicato ai piccoli lettori.

Se sei un autodidatta o un vignettista che cerca nuovi confronti perché non tentare con il Coast To Comix?

Grazie della condivisione: