Vendere fumetti online

COME VENDERE FUMETTI CON GLI STRUMENTI DELL’E-COMMERCE.

In questi giorni ho pensato come i fumettisti indipendenti possono vendere online le loro storie a fumetti. Innanzitutto: cosa intendo per vendere fumetti online? Quando vuoi vendere in formato ebook e, invece di condividerlo free su Facebook e gruppi per un ritorno di visibilità, inizi il tuo piccolo business. Come strategia non è sbagliata, ma se con il senno di poi ti accorgi che delle storie sono più riuscite di altre, allora perché non venderle?

POSSO VENDERE SENZA PARTITA IVA? In linea generale, se vendi occasionalmente, come privato e non si parla di grandi entrate, la risposta è si. Il consiglio è collegarsi a un account Paypal e non trasferire mai il saldo sul conto corrente. Ovvio che parliamo di piccole cifre e non stiamo evadendo il fisco, rientra nella logica delle donazioni molto diffuse su Instagram.

Tieni a mente che ogni social media ha funzioni differenti, per questo sono scelti nel web marketing per il tipo di obiettivo che abbiamo. Per esempio in Facebook il link del sito è poco visibile, se vendi lo fai dal post; al contrario in Instagram il link è bio, vale anche per Tik Tok.

Ecco perché sul mio profilo @sarahj_madame, in cui pubblico i disegni e wip dei miei fumetti inediti, che spesso inserisco nel progetto Fumetti Inediti del magazine, ho voluto realizzare una configurazione esempio per il mio personal shop.

COME FUNZIONA CON I DIRITTI D’AUTORE? In Italia esiste la SIAE e si dovrebbe ogni volta depositare con i relativi costi le opere e i loro derivati. Nonostante l’impegno culturale della Società Italiana degli Autori e Editori, il futuro “condivisibile” consente la nascita di piattaforme internazionali che ci aiutano a ottenere lo stesso scopo: tutelarci dalle frodi.

Come Wikipediana (perché credo nella conoscenza condivisa e autogestita) ho fatto la mia scelta, ti spiego i passaggi PCP per i miei fumetti erotici.

  • Patamu: un registro digitale in cui proteggi le tue opere come grafiche/immagini e con tutti i diritti riservati. La registrazione è semplice e grazie a una creazione guidata avrai sempre in chiaro le varie opzioni di marcatura.
  • Creative Commons: in alcuni casi è consigliabile aggiungerlo anche se Patamu ha già integrata la voce della licenza CC. Ricorda che qui inseriamo il tipo di utilizzo che ne possono fare gli altri, per esempio no commerciale ma condivisibile con o senza fonte.
  • Payhip: è una piattaforma davvero unica e completa. In sordina, viene utilizzata da noi consulenti quando il cliente scrittore pensava che, avere un blog fosse il massimo del suo contributo online, e invece si ritrova difronte a una nuova esigenza: vendere online. Ebbene il format è perfetto anche per fumettisti e video corsi.
come vendere fumetti con payhib

Come vendere i tuoi fumetti.

Quanti nella community d’Instagram disperdono energia nella condivisione di post/reel/stories aspettando ancora il contratto con un editore. Sai quanto mi focalizzi sulle realtà editoriali alternative a un mercato standardizzato e quanto sia importante che tu sia un fumettista come libero professionista.

Nell’ottica che vuoi sperimentare il brivido della vendita, ti confido questo tool Payhip che sarà amato anche da chi non ha ancora un sito web!

  1. Prepara i file del fumetto: una copertina e un PDF (preferibile perché sia che si legga in app, in un reader o semplicemente nel cellulare è il formato più compatibile). Mi raccomando ottimizziamo le immagini e comprimiamo il PDF. Tutto molto leggero e in ottima risoluzione, ma in questo siete il top.
  2. Registrazione a Payhip: account e piano free.
  3. Prodotti nel menù in alto: aggiungiamo i nostri fumetti e completiamo tutte le informazioni dal prezzo alla descrizione.
  4. Account>Impostazioni>Dettagli di pagamento: una configurazione iniziale è sicuramente la modalità di pagamento. Scegli Paypal.
  5. Account>Impostazioni>Tasse: qui ho delegato alla piattaforma. Ho selezionato le prime due in modo tale che l’IVA fosse gestita in automatico e compresa nel prezzo del prodotto.
  6. Costruiamo il tuo shop: clicca Store builder e divertiti nella personalizzazione.

Store builder: i vantaggi.

Spesso e volentieri questa piattaforma è utilizzata per piccoli e-commerce autogestiti di artisti/scrittori e i video corsi di consulenti. Quindi contesti in cui non si ha magazzino, anche se si presta bene per la spedizione. Per numeri più grandi andrei a consigliarti Shopify, ma per fumettisti autodidatti e intraprendenti è perfetta. La personalizzazione è a carico tuo, le opzioni di scelta sono intuitive.

Cliccando su +Add in alto si apre un costruttore di sezioni come per i layout di siti web, puoi cucire attorno al tuo fumetto un piccolo sito con Blog post e iscrizione a newsletter e pubblicarlo in un dominio di primo livello puntando il DNS. Cioè non avrai più https://payhip.com/username bensì https://username.estensione gestendo direttamente da Payhip. Davvero sorprendente quanto viene semplificata la fase creativa e l’opportunità di gestire il marketing (codici sconti, affiliate, referral) che ne fa il punto di partenza ideale per il nostro primo shop di fumetti online.

come vendere fumetti con payhib

L’unico svantaggio è che in termini tradizionali non si posizionerà da solo in Google, sta tutto nelle tue mani: spamma il link e vendi sui social media. Come content creator rientrerà nelle tue attività quotidiane. Non a caso ti ho detto spamma e non sponsorizza, questo perché andresti a promuovere una vendita a tutti gli effetti.

A QUANTO DEVO VENDERE IL MIO FUMETTO E GUADAGNARCI

Sappi che questa è la domanda che tutti ci facciamo e sicuramente un confronto con la commercialista ti indicherà come equilibrare tempo, competenze con il prezzo di mercato. E quindi pur essendo un piano free devi prevedere:

Payhip: la commissione del 5%+ Paypal: commissione da 0,35€ (trovi qui il piano completo e aggiornato). Un breve calcolo dal prezzo che hai mente e una giusta considerazione che stai vendendo online per curiosità.

In conclusione oggi hai 3 strumenti in più per vendere il tuo fumetto in modalità online. Mi accorgo che l’aspetto fiscale sta diventando una necessità in questa guida e ne prenderò nota. Ti chiedo se hai suggerimenti/domande e su quale aspetti vorresti ricevere più informazioni, scrivilo nei commenti. Nel frattempo buona configurazione e tagga @zavalacomicmagazine che volentieri ti condividerò!

Grazie della condivisione: