Max e la sua vita asocial!

webcomics italiano

In un Webcomics su instagram Max Iacobelli racconta di una vita asocial e in un modo politicamente scorretto. Diciamo la verità il suo profilo ha rischiato di essere bannato più di una volta e leggere i commenti sono la parte più divertente. Il suo sarcasmo ai confini dell’horror per tecnica e ispirazione rende i suoi aneddoti fuori stile ed è per questo che piace! Certe volte ridere dei pensieri cattivi (da non imitare) esorcizza la realtà in questo periodo di emergenza mai vissuto prima. Al suo sarcasmo è intervenuto il karma: con l’arrivo di un bebè, pianti, capricci, amore incondizionato e il pieno controllo della propria vita, altro ché asocial! Nelle sue risposte alla mia intervista comprendo che Max è così anche nella quotidianità e rende più reali le sue storie.

1 – Perché il tuo webcomics controcorrente (sarcastico, cinico…) sta ottenendo tanto successo su instagram?

Ciao Sarah, ciao a tutti e un saluto a casa sperando di trovare il pranzo pronto anche oggi!
Comincio dicendo che il mio webcomics è molto più autobiografico di quanto si pensi, e spesso le battute che leggete nelle mie vignette le ho vomitate in faccia a qualcuno il giorno precedente!
Quindi le scene che propongo sono quasi sempre di ordinaria amministrazione, scene che tutti viviamo, ma a cui io tolgo il filtro del “socialmente accettabile”…C’è anche da dire che il sarcasmo è un umorismo davvero “raffinato”, e tra i commenti sotto le mie vignette spesso ci si diverte un sacco!

2 – Si può vivere di fumetti?

Certo, ma alla cellulosa della carta è bene integrare carboidrati e proteine!
In Italia purtroppo non si può, a meno che non sei nelle sfere alte del fumetto devi obbligatoriamente compensare con altro.
Leggo troppo spesso di giovani che puntano a fare i fumettisti da grandi… ma chi sono io per dilaniare i loro sogni nel cassetto?

3 – Quali sono i tuoi progetti futuri?

Io non sono un tipo da progetti futuri… io improvviso! Però posso dirvi (e questa è un anteprima mondiale) che sto lavorando ad un nuovo fumetto, che sono sicuro piacerà a tutti i miei fans più sociopatici

Ciao, io sono Max… Sin dalla tenera età il mio strumento preferito è sempre stato la matita, con il passare del tempo le mie “creazioni” prendevano forme sempre più strane, e con esse anche la mia voglia di sperimentare nuove strade; percorrendo la via del fumetto e dell’illustrazione, dell’animazione, del body painting, del web Design e della grafica pubblicitaria, sfiorando la narrativa scrivendo un libro, un fumetto, e molto altro! Arrivato ad oggi ho trasformato il mio estro in un espediente poliedrico per soddisfare la mia innata creatività. Non mi sento fumettista, non mi sento grafico, non sono un pittore e tantomeno uno scrittore. Non ho una vera e propria etichetta, e mi sta bene così.

Autobiografia

invito alla lettura

In collaborazione con Zucco, il marpione e Mirko’s Scribbles che ha partecipato al N4 del nostro eMagazine.