Senape tra i migliori webcomics italiani

webcomics italiani

Tra i migliori webcomics italiani su Instagram c’è Jacopo Spampanato in arte Senape.

I webcomics italiani di Senape sono solo la punta di un iceberg. Inizi seguendo il suo profilo IG e arrivi fino a diventare fan delle sue canzoni su YouTube passando per dei podcast originali! Si percepisce la sua libertà nel momento creativo, lontano da ogni aspettativa e costrizione accompagnato dal suo ukulele. Per questo coinvolta, anche dalla strana storia del suo fumetto, mi sono “fatta gli affari suoi” con le solite domande.

Quando Jacopo diventa fumettista?

L’idea di diventare un fumettista mi è venuta da piccolissimo, infatti per me era un gioco. Mi piaceva molto giocare con i pupazzi e fargli fare la lotta, finché un giorno decisi di fare lo stesso con i disegni e ho iniziato a disegnare personaggi che si azzuffavano. Con il tempo c’ho preso gusto e ho cominciato a fargli fare cose sempre più complicate finché ho deciso di raccontare delle vere e proprie storie con i fumetti.

Il tuo fumetto potrebbe essere “metaforicamente” un’autobiografia?

Il mio fumetto prende spunto da me perché quando decido di raccontare un’emozione preferisco sapere di cosa sto parlando (anche se non è obbligatorio parlare solo di ciò che si è vissuto sulla pelle). Però mi piace essere molto creativo quando scrivo e quindi stravolgo sempre tutto. Senza contare che la mia vita di umile aspirante fumettista sarebbe troppo triste e noiosa da raccontare e nessuno vorrebbe sentirla. Quindi direi che, è sì una metafora della mia vita, ma molto poco, per chiare esigenze sceniche.

Mi piace la scelta di Speaker: di cosa si tratta?

Spreakerè una piattaforma dove si possono caricare podcast. Io tengo un programma molto stupido e perciò molto in linea con la mia cifra stilistica dove rispondo a improbabili domande di fantomatici concorrenti. Non so se sia divertente per chi ascolta ma io mi diverto a farlo e in più mi sembra di star facendo qualcosa che mi faccia crescere a livello umano. Quindi cerco di portarlo avanti aldilà del successo che ottiene.

Qual è la tua esperienza con le case editrici?

Ho avuto la fortuna di pubblicare un albo dal titolo Questa è una storia di fantasmi con la casa editrice Nicola Pesce Edizioni sotto lo pseudonimo Spampino. È stata la mia unica esperienza che non è andata a buon fine, non per la casa editrice che mi ha sostenuto e che ringrazio, ma perché il fumetto non ha avuto molto successo. Sono comunque contento di quella esperienza che mi ha fatto capire che potevo farcela a diventare un bravo fumettista. Ma dovevo migliorare. Mi sono rimboccato le maniche e ho ricominciato da capo cambiando stile grafico e nome d’arte.

Come realizzi i tuoi fumetti: stile e tecniche.

I miei fumetti nascono da un’intuizione o da una voglia di dire qualcosa. Poi mi chiedo qual è il modo migliore di realizzare quella cosa e faccio uno storyboard. Poi disegno a matita e inchiostro con i pennarelli di china. Preferisco fare tutta questa parte a mano perché così evito di stare difronte a un monitor per ogni fase del lavoro. Mi rendo conto che sono rimasto uno dei pochi in circolazione che fa fumetti così ma ormai mi sono abituato in questo modo. Però chissà magari un giorno passerò al disegno digitale. Per colorare invece uso il computer perché è troppo comodo e veloce rispetto alla colorazione a mano.

Visione del futuro: il tuo progetto.

Per il futuro sono aperto a tutto. Vivo d’arte (spiritualmente, non economicamente purtroppo) e potrei dedicarmi a qualunque disciplina in cui riesco a dimostrare di avere un valore, che sia la recitazione, i fumetti, le canzoni ecc…
Se invece dovesse andar male cercherei di tornare a fare il pizzaiolo.

webcomics italiani

Il mio fumetto parla delle avventure del mio pseudo alter ego di nome Senape, anche se in realtà mi sono preso molta libertà d’interpretazione quando ho deciso di raffigurarmi. Senape infatti è vestito da gatto giallo ed è convinto di essere un fumettista molto bravo. Possiede una fabbrica di gattini e gelatini e si diverte ad andare a letto con la moglie di uno dei suoi dipendenti. Essere il direttore di questa fabbrica era il suo sogno, ma c’è comunque qualcosa che lo turba: nessuno dei suoi amici vuole leggere i suoi fumetti. Un’altra fonte di preoccupazione è il suo nemico giurato Frikky Frakky, che dopo essere stato licenziato dalla Gattini e Gelatini di Senape decide di aprire una fabbrica tutta sua di Canini e Würstellini che gli faccia concorrenza.
In questo fumetto è tutto molto assurdo e potrebbe stravolgersi da un momento all’altro, ma per il momento è così come l’ho descritto sopra.

Jacopo Spampanato in arte Senape

Sai che ad oggi le case editrici valutano la visibilità sui social media? Scopri i nuovi fumetti che ben presto diverranno pubblicazioni grazie alla perseveranza e alta qualità: i nuovi fumetti del 2020.

INVITO ALLA SPENSIERATEZZA