Percy’s song: il fumetto illustrato

fumetto illustrato

Un fumetto illustrato in 5 tempi.

Percy’s song è l’ultimo fumetto che ho letto, completamente disegnato a mano, proposto dallaPHOENIX PUBLISHINGche a differenza di altre editoriali punta sull’aspetto poetico quasi cinematografico dei fumetti. L’autrice del fumetto illustrato è Martina Rossi una giovane donna che partendo dall’illustrazione ha saputo narrare con le vignette dell’emozioni.

Perché la lettura è in 5 tempi?

Durante la lettura ritrovo diversi risvolti narrativi anche contrastanti fra loro. Quando il fumetto viene chiamato arte sequenziale non è solo per la tecnica, ma come in queste pagine una sequenza di stati d’animo legate da un’ottima tecnica: non è facile illustrare vignette singole mantenendo la stessa armonia in 45 pagine!

1.La sceneggiatura parte modesta e direi che è più che un fantasy classico. Scopro aspetti d’ispirazione dantesca, che in una dimensione ultraterrena popolata da gnomi mi sorprende. Ho la sensazione che sia stata scritta in più volte e devo confessarne l’aspetto positivo. Mantiene vivo l’interesse, spesso in questi fumetti illustrati di oltre 25 pagine sono le illustrazioni a conquistare il lettore, rischiando una lettura approssimativa.

2.Gli gnomi sono una scelta e la motivazione del perché accompagni il protagonista si perde in questa corsa agli eventi distanti fra loro e che non aiutano la ricerca di Percy di comprendere cosa stia succedendo.

3.Il protagonista Percy si sveglia e si scopre morto in una dimensione di passaggio o una seconda opportunità? E c’è un dettaglio che ancora non mi spiego nonostante conosca la fine. Ti do un indizio è nella prima pagina e aspetterò che tu lo legga per poter supporre le prossime evoluzioni dell’autrice.

4.La storia prende forza con la consapevolezza di Percy. All’improvviso il nuovo risvolto narrativo fa del protagonista la vera guida della narrazione finora lasciata all’illustrazione. Percy si chiede finalmente com’è morto e le pagine finali sono quelle che mi aspettavo.

5.I personaggi, che si distinguono dagli gnomi, rappresentano parte del passaggio di un morto: il peso della vita, il distacco della morte e un fratello che prende tempo nella decisione finale generando a sua volta altra vita e altra morte. Si accenna ad un quarto e neanche questa volta c’è uno sviluppo….

Perchè leggere Percy’s song?

Innanzitutto perché avere l’opportunità di leggere fumetti illustrati (non al digitale) diventa sempre più raro. Oltre ad un appassionato del genere s’incontra l’interesse dell’artista.

Inoltre si riconosce che è la prima storia di Martina Rossi. L’illustratrice è riuscita a mantenere contenuti sospesi, quanto basta, da cui prendere ispirazione per nuovi percorsi, magari una collana in cui ogni volume partirebbe dalla canzone di Percy raccontando ogni personaggio. Mi sono emozionata solo a pensarlo!

Se vuoi conoscere di più questa eclettica casa editrice di produzione ti invito a leggere anche FUMETTI E PERSONAGGI DELLE LEGGENDE NAPOLETANE.

INTERVISTA A MARTINA ROSSI