15 aprile Ciao Totò

totò fumetti

Antonio de Curtis ci lascia nel 1967 e solo crescendo ho imparato a conoscerlo e a riconoscerlo nei suoi film. Molte delle sue interviste restano memorabili, i dialoghi e la comicità “amara” ricorda l’infanzia della mia generazione davanti alla tv con i propri genitori. Pur vivendo lontano da Napoli, l’ha sempre rappresentata.

La figura di Totò entra nei fumetti di quegli anni, che volentieri ne condivido la lettura trovata online. Io ho il ricordo di un film che ancora oggi mi fa riflettere: Il coraggio è un film del 1955 diretto da Domenico Paolella e prodotto dalla D.D.L. (Dino De Laurentiis). (Wikipedia)

Raccontami il tuo ricordo nei commenti qui sotto, e sopratutto mi chiedo come mai personaggi del genere non trovano spazio nei fumetti. Hanno tutto: storia, carattere e ironia.

«Al mio funerale sarà bello assai perché ci saranno parole, paroloni, elogi, mi scopriranno un grande attore: perché questo è un bellissimo paese, in cui però per venire riconosciuti qualcosa, bisogna morire»

Totò
IN EVIDENZA: AfNews