Autore: ZavalaCM

Collaborare per noi significa condividere l’evoluzione di un progetto, credere nella sua crescita e puntare sulla sua diffusione on line, rendendo accessibile i fumetti ai nuovi dispositivi tecnologici che rispondono alle nuove esigenze di chi progetta e di chi legge fumetti online . Pubblicare on line ti permetterà di essere riconosciuto, con il tuo tratto, a un pubblico nazionale e internazionale sempre attento alle nuove forme di espressione artistica. In questo modo saresti ospite della nostra rivista eMagazine a cui poter indirizzare i vostri amici e parenti, ma soprattutto i numerosi editori sempre a caccia di nuovi e coraggiosi talenti che vogliono raccontare attraverso le linee, i colori e le forme del loro stile il proprio mondo visionario. Sarai coinvolto in condivisioni e inviti a gruppi e community dedicati al fumetto on line. E perché no, anche in un’app! Come si collabora a Zavala Comic Magazine? Per collaborare con noi è molto semplice. Basta inviare a zavalacomicmagazine@gmail.com il materiale grafico di buona risoluzione corredato da una dichiarazione in cui acconsenti all’ utilizzo del tuo lavoro solo ai fini di una pubblicazione on line. In seguito il nostro instancabile staff si occuperà di inserire il tuo materiale direttamente su Zavala Comic Magazine e relativi canali social, distribuita gratuitamente e consultabile solo on line. Approfondisci la nostra Privacy e termini di condivisione.
Read More
fumetti animal

Monsieur Bau Bau era solo l’inizio del fumetto animal

Tutto ha inizio a Parigi 1864. Il fumetto animal nasce da una moda nel racconto illustrato prende il sopravvento: storie ordinarie umanità in sembianze animali. Animali vestiti, in piedi e impegnati in attività quotidiane. Questa tendenza deriva dal greco Zoomorfizzare da scoprire nel nostro glossario dedicato al fumetto fino ad oggi chiamata Funny animals passando per Uncally animal.

Il primo fumettista antromorfizzato fu James Swinnerton che pubblicò Little Bear Tykes la storia di un piccolo orso. La curiosità é che la striscia accompagnava le previsioni del tempo di un quotidiano quando si parlò nelle cronache californiane di un piccolo grizzly. Solo successivamente divenne a New York un fumetto autonomo con Mr. Jack.