Privacy, minori e identità: 5 aspetti che sai ma non usi nel tuo fumetto.

fumetti free magazine
No votes yet.
Please wait...

Dobbiamo parlarne: privacy, minori e identità. Ti propongo 5 aspetti che tutti conosciamo ma non usiamo. Perchè? Per chi lavora on line, per chi pubblica le sue tavole fumettate e perfino per chi nello stesso spazio social pubblica foto private. Ebbene sai dove potrebbero finire i tuoi selfie sbandati e sexy? O le foto dolcissime dei tuoi bambini?

Cura cinque aspetti per non perdere la tua privacy!

  • Profilo social
  • Identità online
  • Login con account social
  • Cookies
  • Strumenti utili

Acquista su Amazon.it

ATTENZIONE: Le foto che facilmente condividiamo posso essere salvate in un qualsiasi pc, e utilizzate in chat ai limiti della legalità: pedofili, traffico di organi e prostituzione. Non sono tracciabili da noi! Destinatari anche di altri paesi e vi sembra un buon motivo per essere attenti alla privacy?

I vostri lavori senza licenze SIAE hanno ancora una regolamentazione incerta dell’utilizzo. Se hai dubbi comicia da qui: CREATIVE COMMONS a cui abbiamo chiesto tutela come piattaforma eComics nel rispetto del tuo lavoro di artista.

Abbiamo conquistato la consapevolezza di essere noi stessi come un brand: siamo al pari della Nutella o Chanel con la giusta web comunicazione, possiamo venderci come un prodotto da scaffale. Veniamo scelti, recensiti e fidelizzati con un segui o mi piace.

Segui il nostro canale su Telegram e resta aggiornato delle news!

Usiamo gli hashtag perchè in Instagram cosi si fa, ma non sappiamo che cercando in google o in qualsiasi motore di ricerca ci saremo anche noi tra i risultati. Preferiamo gli account privati! Lasciamo a chi realizza campagne di promozione e affiliazioni la nostra identità trascinata da quell’asterisco con una parola per lo più delle volte messa a caso. Tutto questo gratis e senza che lo sappiamo. Vi consiglierò degli strumenti utili per conoscere il tuo status  on line.

fumetti free magazine

♣Profilo social

I social permettono di avere sia profili pubblici che privati: come Instagram. Altri come Facebook ti permettono di scegliere a chi visualizzare i tuoi post creando una lista di contatti ( come i familiari) a cui trasferire le foto dei nostri bambini.

Per un’ immagine pubblica puoi creare delle pagine nello stesso social o partecipare a gruppi pubblici e chiusi ( quest’ultimi non permettono lo spam, difatti non appare la voce Condividi, facci caso!).

Per il tuo profilo con nome e cognome consulta la sezione dedicata  Impostazioni sulla privacy e strumenti e ricorda di destinarlo alla lista prescelta, altrimenti basterà una condivisione o una reazione per essere visualizzato nella bacheca del tuo contatto e di conseguenza ai suoi amici ( immagina che  il tuo contatto non abbia nessun limite alla privacy la tua foto personale sarà stata comunque condivisa e vista da sconosciuti).

♥Identità on line

Consiglio di curare la tua identità on line: sappi che i recruiter all’arrivo di un curriculum, di un rinnovo contratto o regolare monitoraggio dei collaboratori digitano il tuo nome in google. Un’ immagine di profilo scattata in discoteca con alcool e sguardi persi, pose inconsapevoli non potrà giovarti. Al momento secondo recenti studi si cerca su Facebook e Google. Instagram è ancora considerato personale e intimo, ma attenti a non seguire il profilo delle aziende!

Dividi i tuoi interessi nei social e di conseguenza decidi chi seguire, decidi tu quale parte di te vuoi evidenziare! Indirizza il tuo destinatario al profilo che vuoi far conoscere: per esempio completa Linkedin e esporta il profilo allegandolo al tuo curriculum con la funzione salva in PDF. Risulterai molto professionale offrendo uno strumento accessibile nella lettura delle tue informazioni: ricordati di inserire dei link aggiornati, nessuno vuole vedere post datati e collegati a pagine scomparse 404.

Twitter permette di gestire la tua privacy in Privacy e sicurezza del tuo account per i tag e notifiche, mentre Tumblr è davvero essenziale verifica le impostazioni di visibilità, chat on line e le notifiche. Al momento per l’utilizzo di Pinterest e Google Plus la privacy è dedicata ad un discorso di impostazioni. In alcuni social la privacy è sinonimo si sicurezza come la visibilità del mobile o la verifica del profilo tramite numero di cellulare. Consiglio: leggete sempre gli aggiornamenti della privacy quando vengono segnalati dalla piattaforma.

fumetti free magazine

♠Login con account social

Curate il login con i social su altri siti. In Facebook e Tumblr e Google plus ci sono sezioni dedicate in cui potete verificare quale tipo di autorizzazione avete concesso al sito in cui vi siete logati automaticamente (e diciamolo con grande comodità!), quale visibilità e quali informazioni. Potete modificare i permessi, vi consiglio di monitorare le impostazioni ogni tanto, oramai navighiamo sui più dispositivi e spesso con gli stessi account. Vi spiego nel momento che acconsentirete al marketing e profilazione per ricevere un coupon o un eBook ( e dovrete flaggare la casella al consenso per ottenere il benefit) i dati personali saranno stati una forma di pagamento: i miei dati per quello che mi interessa ora. I tuoi dati diventeranno condivisi da qualsiasi azienda che cerca contatti per i canali da te lasciati accessibili.

♦Cookies

La legge sui cookies oramai è presente per legge su tutti i siti. Leggete cosa è previsto per quel sito soprattutto se è la prima volta che lo visionate. Come sviluppatori potete decidere in che modo possono influire sulla navigazione dei vostri lettori, come in WordPress: Zavala Comic Magazine.com ha scelto che semplicemente con lo scroll il messaggio sparirà ( con abituale navigazione non si ripresenterà) senza chiedere di accettare o saperne di più. So che è fastidioso per tutti avere quel messaggio su un tablet o smartphone, spesso accettiamo per inerzia. Cosi facendo abbiamo accettato l’installazione di file che in base alle nostre ricerche presenterà banner guarda caso che ci interessano.  consultate il link ufficiale della Commissione Europea e riflettete se è meglio navigare in anonimo!

✦Strumenti utili

Pipl.com è una ricerca dei tuoi dati.

Google una ricerca inversa con il tuo nome, cognome e nickname per immagini.

#hashtag che di solito usiamo nei motori di ricerca considera anche Yahoo, Bing e Mozilla.

Privacy leggi dal sito la normativa del Garante privacy.

fumetti free magazine

Ora passo a te la parola. La mia esperienza è limitata alla mia presenza online quotidiana. Come è giusto che sia! Ma vorrei aggiornare questo articolo grazie al tuo contributo. Hai suggerimenti o vuoi indicarmi altre funzioni per curare la nostra privacy? Aggiungi un commento o una domanda ne parleremo insieme!


Le immagini sono dello spettacolare critico della vita moderna WRONGHANDS. Vedi..